Al mio legittimo e naturale desiderio espresso apertamente, sia davanti a lei sola che alla presenza degli educatori, di poter avere incontri con la bambina che ora ha 7 anni e mezzo anche senza la sua presenza ed eventualmente poterla portare ogni tanto anche a casa mia, a spasso, a mangiare un gelato, a fare una gita in montagna ecc, ho sempre incontrato il suo categorico rifiuto, sotto vari pretesti: E tutti questi rifiuti nonostante il desiderio espresso anche dalla bambina di poter venire a casa mia. Considero inoltre che questo incida negativamente sullo sviluppo del carattere della bambina e che possa anche essere recepito ulteriormente come frustrazioni che con il tempo possono maturare in veri e propri traumi. Siccome prima o poi i Servizi Sociali dovranno fare un resoconto al giudice, e spero incontri della macy questo sia obiettivo, le mie preoccupazioni sono le seguenti: Come potrei tutelarmi e come dovrei comportarmi per non arrivare in tali situazioni? Nella tua pur non breve lettera manchi di indicare alcuni dati importanti o comunque ci sono elementi che per poter dare una risposta più utile si dovrebbero poter valutare. Per questo, posso lasciarti solo qualche spunto generico, che magari potrà esserti utile come base per una riflessione. Al di là di questa previsione molto chiara, ma anche molto generale, poi bisogna vedere il singolo caso concreto. Nel tuo caso, bisogna capire da dove nasce il timore della tua ex nuora che tu possa arrecare pregiudizio alla figlia, cioè se ci sono motivi oggettivi o se invece è registrare gli incontri protetti con i servizi sociali è reato una fantasia e una davvero eccessiva diffidenza da parte della madre. Quando ci si rivolge ad un legale bisogna sempre dare tutti i dettagli del caso, altrimenti ci si spertica a fare ipotesi magari inutili.

Registrare gli incontri protetti con i servizi sociali è reato Archivio blog

Ho avuto alcuni problemi che mi hanno tenuta lontana dal PC. E tutto questo con il grande contributo dei S. Dice di stare male; ma non sta lo stesso male quando la portano nelle stesse giornate in visite con loro da amici o parenti materni. In buona sostanza Mario, al di là del conflitto con Piero, ritiene che la presenza ed influenza di Piero nella vita del minore siano nettamente più negative che positive. Ho letto anche la testimonianza di Nadia che parla del dolore lancinante. In tutto questo tempo chi ha letto la mia storia avrà pensato che sono una nonna felice, che la nostra vicenda si è risolta in maniera felice alla fine. Nel merito, bisognerebbe che tu spiegassi meglio la situazione di tuo figlio, perchè è fondamentale nell'economia del tuo caso. Tranne il comportamento molto distaccato, diverso da quello di altri appuntamenti, e questi suggerimenti di accontentarmi di vedere solo la bambina nelle condizioni imposte dai Servizi Sociali che poi rapporteranno al giudice che decidera' in base alle cose da loro riferite, vere o meno vere. I successivi colloqui o interventi collegati alla stessa questione possono essermi addebitati? Le ultime volte sono stata costretta a registrare le parole indotte che mi dice mio figlio e la violenza che mi fa picchiandomi. Sara' perche' lavorando comunque anche in altre casi con gli stessi rappresentanti dei Servizi Sociali non vuole venire in contrasto con loro? Di nuovo in bocca al lupo. Grazie a te Elena, mi fa molto piacere leggere ogni tanto su queste pagine, che giocoforza vengono spesse usate per denunciare problemi, anche manifestazioni di gioia come la tua.

Registrare gli incontri protetti con i servizi sociali è reato

Io, nonostante gli incontri protetti ritengo opportuno farlo parlare al telefono con il padre e con i nonni ogni giorno ma purtroppo anche al telefono gliene dicono tutti i . E’ la sintesi della battaglia che un padre di Ostia sta conducendo con la mamma di suo figlio di 7 anni che gli nega la I giudici attivavano i Servizi sociali per adottare incontri protetti e disponevano una serie di perizie dalle quali risultava non solo che al padre era stato negato di vedere il figlio ma anche che “con relazione. - Mancanza di uno spazio predisposto ed adeguato, per cui può accadere che gli incontri si svolgano al parco o al supermercato - con evidente mancanza di intimità per gli utenti e di possibilità di osservazione per l’operatore - o nell’ufficio dell’operatore stesso, con. Molto spesso un individuo difronte ad un confronto con l’Assistente Sociale non è in grado per vari fattori, sociali, stress, incapacità di esprimersi correttamente per una questione culturale, di rispondere compiutamente alle domande che gli vengono poste.

Registrare gli incontri protetti con i servizi sociali è reato